Pari opportunità e parità di trattamento

È in vigore dal 20 febbraio il Decreto legislativo n. 5 del 2010 che dà attuazione alla direttiva comunitaria n. 54/2006 relativa al principio di pari opportunità e di parità di trattamento tra uomini e donne in materia di occupazione.

Il testo normativo rafforza la tutela giuridica delle lavoratrici operando alcune modifiche al Codice delle pari opportunità (D.Lgs. n. 198/2006), al T.U. sulla maternità/paternità (D.Lgs. n. 151/2001)  e ai due Decreti recanti il regolamento per il riordino, rispettivamente, della Commissione per l’imprenditoria femminile e della Commissione per le pari opportunità (v. DPR n. 101/2007 e DPR n. 115/2007).

Una delle novità ritenute di maggior rilievo è l’inasprimento dell’apparato sanzionatorio, che certamente ha finalità inibitoria e vuole essere un giro di vite per le aziende, ora punite più severamente in caso di discriminazioni.

Ma, volendo scendere più nello specifico, quali sono state le novità introdotte e, soprattutto, cosa è cambiato rispetto al passato?

Risponde a questa domanda  un articolo recentemente pubblicato su dottor Lex  e sulla rivista Consulenza, edita da Buffetti.


You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.
You can leave a response, or create a trackback from your own site.

There are no comments yet, be the first to say something


Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>